Gli Insegnanti

Marzia, Silvia, Ilaria e Sara vi attendono per le lezioni online su ZOOM

Marzia Voltolina

Operatrice di ripresa/cameraman dal 1999, quella che era semplicemente una passione, approfondita con un corso di specializzazione, diventa presto il suo lavoro per pagarsi gli studi universitari in psicologia. Dopo tre anni di di contemporaneità sceglie, per necessità, di dedicarsi interamente al lavoro. Deve molto a quel lavoro che l’ha arricchita, dandole la possibilità di viaggiare, di conoscere luoghi lontani, di incontrare persone capaci di regalarle esperienze uniche. Tante sono le soddisfazioni lavorative ma non si sente pienamente soddisfatta: dentro rimane l’antica passione per il sociale.

Fin dal primo incontro con lo Yoga, nel 2010, capisce che è con questa meravigliosa disciplina che può trovare finalmente spazio la mai sopita passione per il sociale. Fin dalle prime pratiche ne viene immediatamente rapita, anche grazie alla bravura e alla dolcezza della sua insegnante Tess Privett. Avverte sempre più i benefici fisici e psicologici della pratica e da qui nasce il desiderio di approfondire e diffondere questa disciplina, decidendo così di frequentare un corso per insegnanti di yoga. Nell’estate del 2014 consegue il diploma riconosciuto da istruttrice (CYT-200 – riconosciuto da ASC, SIS, CONI e International Yoga Federation) e nel 2018, dopo uno stop dato dalla maternità,  termina la sua formazione conseguendo il diploma di istruttrice CYT 500. 

Nel 2019 segue un corso di  Sanscrito tenuto da Diego Manzi (scrittore e docente di sanscrito, filosofie, religioni e mitologie dell’India).

Ha partecipato a seminari formativi con Shana Meyerson, Ramesh Sheety, Patrick Beach.

Tiene seminari al centro Lotus Pocus, offre lezioni individuali e organizza  ritiri yogici. Coltiva il desiderio di un suo centro Yoga e decide di accettare l’eredità di un centro a Cusano Milaninoda cui nasce Kurma Yoga Center.

Ringrazia sentitamente il Centrolistico, per la formazione ricevuta e le maestre Tess Privett,Silvia Salvarani e Diego Manzi.

Silvia Cirillo

Silvia ama condividere e offrire, valori che ha trovato sin da piccola nello sport e nella danza, che ha praticato studiando un po’ di classica per passare poi alla moderna e alla mediorientale, percorso che poi l’ha portata a fare anche una breve esperienza di teatro danza. Nel 2010 incontra la Pole Dance e comincia a “giocare con le arti acrobatiche”, tra cui assaggia l’acro yoga, attività a cui si dedica con energia e impegno fino al 2015, dove partecipa ad alcune gare a livello amatoriale. Nel 2013 si avvicinata allo Yoga seguendo la spinta di un sentimento sempre più forte e desideroso di lavorare ancora di più su mente e corpo, bisognoso di addentrarsi in una ricerca “più sottile” e profonda, per conoscere aspetti di Sé che non aveva ancora compreso. Inzia a praticare Ashtanga Vinjasa, Hatha/Raja Yoga, esplorando i diversi stili e frequentando workshop di approfondimento in Italia e, quando possibile, all’estero. Nel 2016 decide di dedicarsi solo al percorso yogico e inizia la formazione insegnanti Hatha e Raja Yoga al Kriya Yoga Ashram di Milano, sotto la guida di Giovanni Formisano, frequentando il biennio di formazione insegnanti 2016-2018, certificandosi RYT 200 CSEN e YA, a cui aggiunge altre 200 ore di approfondimenti, formazione ed esperienze di insegnamento.  In questi anni di pratica e studio apprezza l’intensità del Kriya Yoga (una particolare forma di Raja Yoga, che sviluppa alcuni aspetti di Pranayama e meditazione), grazie al quale scopre nuovi approcci al lavoro fisico e mentale, capendo quindi quanto questa disciplina millenaria riesce a entrare in noi, a scardinare anche le più profonde resistenze della mente e superare i limiti. Da gennaio 2019 continua il suo percorso di formazione insegnanti atto a conseguire anche la certificazione di istruttore di Ashtanga Vinjasa Yoga, sotto la guida di Max Gandossi.

Tra le citazioni dei maestri, sente molto vicina quella di Yoganada  “La libertà dell’uomo è definitiva ed immediata, se così egli vuole; essa non dipende da vittorie esterne, ma interne.”

Ilaria Marino

Scopre lo yoga nel 2011, per caso, accompagnando un’amica a praticare. È amore a prima vista! Inizia subito una pratica vorace, sperimentando tanti stili diversi per scoprire
il proprio.
Dal 2012 al 2013 pratica Vinyasa yoga con Marco Migliavacca, nei tre anni successivi pratica Astanga yoga con Marta Magi e segue Elena Bussolati (Anusara elements) e Angelo Bertuccio (Yoga integrale), che considera i suoi primi maestri.
Nel 2015 decide di iniziare un teacher training, innanzitutto per un’esigenza di approfondimento personale: inizia così il corso biennale presso la scuola Hari Om di Marco Mandrino (250 ore) – ryt 200 yoga alliance. La formazione le regala un contatto con insegnanti e stili diversi, con la filosofia, la meditazione e il pranayama, offrendole molteplici spunti.
Nel 2017, conseguito il diploma, inizia a insegnare, senza mai smettere di continuare a formarsi e a lasciarsi incuriosire. Segue masterclass con Elena Bussolati, Vittoria Frua,
Stewart Glichrist, Jayadev Jaerschky, David Sye, Piero Vivarelli e pratica costantemente Vinyasa flow con Sara Bigatti.
Nel 2019 inizia a insegnare anche pranayama, in coincidenza con il percorso di Yoga della consapevolezza intrapreso con il maestro Paolo Ricci, che si focalizza anche sulle
antiche tecniche respiratorie.
Per Ilaria praticare yoga vuol dire cercare il contatto con la parte migliore di sé.
Insegnarlo, vuol dire aiutare gli altri a conoscere e valorizzare questa loro parte: vuol dire cercare di costruire una società e un mondo migliore. Va nella stessa direzione l’altra attività che occupa le sue giornate e i suoi pensieri: provare a suscitare negli adolescenti delle superiori la passione per la storia e per la letteratura italiana!

Sara Martinuz

Sara si forma presso la Libera Scuola di Hatha Yoga Hamsa di Maurizio Morelli che propone un approccio all’insegnamento morbido ma preciso, rispettoso dei limiti individuali e, allo stesso tempo, capace di valorizzare le potenzialità di ciascun praticante. L’incontro con l’Ananda Yoga, durante un soggiorno spirituale ad Assisi, l’avvicina agli insegnamenti di Paramhansa Yogananda e la guida verso una pratica interiore volta ad accrescere la consapevolezza di sé. Continua ad approfondire la pratica personale e il metodo di insegnamento sotto la guida di insegnanti italiani e stranieri e recentemente ha intrapreso la formazione di Restorative Yoga e Yoga per la gravidanza e il post parto.

Propone una pratica attenta ai bisogni individuali che stimola il praticante a vivere lo Yoga anche al di fuori del tappetino.